Opera - Quinta - Baschi Blu

Vai ai contenuti
In questo dipinto la tematica dell’incontro/scontro fra i due prototipi antagonisti, ha per scenario una pianura desolata ove, sulla sinistra, è ubicato un nuraghe, simbolo della Sardegna, che ha una finestra con persiane, strutturata nella arcaica parete tondeggiante, termine di adattabilità del vecchio col nuovo. Dall’apertura di ingresso del monumento megalitico si diparte e snoda una rotaia supportata su apposite traversine. Sulla rotaia corrono, provenienti da direzioni opposte, similmente a vagoni ferroviari, muniti ognuno di un respingente, il "bandito" e il "basco blu"; hanno i segni di questa metamorfosi rispettivamente nell’avambraccio sinistro e destro.
Le altre due mani sono state sostituite da una grande molla che tiene uniti i moncherini privi degli arti. Privi anche dei piedi, recano, fra le gambe usate alla maniera di una forcella, una ruota ferroviaria con la quale scorrono sulla rotaia.
Torna ai contenuti