Opera - Quarta - Baschi Blu

Vai ai contenuti
L’impaginazione strutturale del dipinto tende a mostrare come la fase combinatoria di due nature così diverse: quella del "bandito" e quella del "basco blu" possa determinare una soluzione ibrida che comunque mantiene inalterate le componenti iniziali. Infatti la figura di sinistra è definita, come in un rapporto simbionte, da due metà contrapposte costrette alla coesione sebbene inversamente polarizzate; così come le due metà che compongono la figura sul lato destro della tela, che mantengono la relazione. Il risultato metamorfico della figura centrale, infine, appare ancora ambiguo e contenutistico delle memorie bipolari dei due personaggi laterali originari.
La fase combinatoria e generazionale ha trasformato la struttura del collo che appare come un alambicco tortile che culmina con i copricapo/coperchi dei due protagonisti della vicenda. Per comprendere e risolvere qualunque circostanza, cosa o persona, è necessario che l’operatore, nello stesso momento sia in grado di essere totalmente coinvolto e assolutamente avulso. La qual cosa sarebbe possibile in un adeguato veicolo coscenziale.
Torna ai contenuti